Namibia

i
PARTENZE
dal 30.09.2018
al 14.10.2018
4720,00 €
DETTAGLIO QUOTA +

 

Supplemento singola €  490,00

Tasse aeroportuali  €   340,00 (quota indicativa soggetta a variazioni)

La quota comprende: *voli intercontinentali a/r con Qatar Airways come da programma; *trasferimenti in Namibia con veicoli 4x4 (10 posti); *sistemazione in lodge/hotel in camere con servizi privati  e in campi tendati con servizi annessi; *trattamento di pensione completa come da programma (alcune cene escluse e alcuni pranzi a pic-nic); *autisti/guide in lingua italiana per svolgere il programma di visite indicato; *accompagnatore dall’Italia; *spese di gestione pratica comprensive di assicurazione sanitaria e contro annullamento obbligatorie e non rimborsabili (€140.00); *trasferimento in pullman da Bologna all’aeroporto di Venezia e ritorno.

La quota non comprende:  tre cene e i pasti non menzionati e le bevande;  mance ed extra di carattere personale; le tasse aeroportuali; tutto quanto non indicato alla voce "La quota comprende".

 

DOCUMENTO     Passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data del ritorno in Italia e due pagine libere (consegnarne una copia in agenzia al momento dell’iscrizione)

 

OPERATIVI VOLI     30 SET    QR 126   VENEZIA / DOHA         1830 0100 del giorno dopo (indicativo)                                                          01 OCT    QR1373  DOHA / WINDHOEK     0230 1040  

                                13 OCT    QR1374  WINDHOEK / DOHA     1400  2335                      

                                13 OCT    QR 123   DOHA / MILANO           0740  1250                   

N.B.: - Quota calcolata sul cambio 1 EUR=14 NAD.  Eventuale oscillazione del cambio tra Euro e Dollaro Namibiano comporterà aumento proporzionale dalla quota.

- L’ordine delle visite potrebbe subire variazioni

 Iscrizioni con acconto di € 520,00 entro il 30 maggio

Secondo acconto di € 1500,00 entro 30 giugno  –  saldo entro il 20 agosto

PROGRAMMA VIAGGIO
1° g. – Domenica 30 settembre – in viaggio verso la Namibia: BOLOGNA/VENEZIA/DOHA
+

Ritrovo dei Partecipanti a Bologna, autostazione Pensilina 25, alle ore 13.30. Sistemazione in pullman e trasferimento all’aeroporto di Venezia. All’arrivo operazioni d’imbarco e partenza con la compagnia Qatar Airways per Doha. Proseguimento per Windhoek. Pernottamento a bordo.

 

2° g. - Lunedì 1° ottobre – l’arrivo e WINDHOEK e il viaggio verso OMARURU ( KM 190)
+

Arrivo a Windhoek  previsto alle ore 9.50 e disbrigo delle formalità d'ingresso. Partenza, in fuoristrada 4x4, per la regione centrale della Namibia. Pranzo lungo il percorso. Nel pomeriggio inoltrato arrivo a destinazione e sistemazione nel lodge. Cena. Condizioni atmosferiche permettendo possibilità di effettuare uno "Star Gazing" per apprezzare la volta stellata dei cieli australi che grazie al basso inquinamento luminoso regalano sempre uno spettacolo affascinante. Pernottamento.

3° g. – Martedì 2 ottobre - il METEORITE DI HOBA e verso ETOSHA (KM 550)
+

Partenza alla volta del rinomato Parco Etosha, nel suo settore orientale. Giornata itinerante in cui si avrà modo di avere il primo contatto con i vasti spazi namibiani. Lungo il percorso deviazione per ammirare il grande meteorite di Hoba. Pranzo in corso d'escursione. Cena e pernottamento al lodge.

 

Metorite di Hoba.  In Namibia si trovano molteplici testimonianze di meteoriti precipitati sulla terra.  Nella fattoria di Hoba è possibile ammirare il più grande corpo celeste caduto sul nostro pianeta. Si stima che l'impatto avvenne circa 80.000 anni fa e le sue dimensioni corrispondono a 2.95 metri x 2.84 metri con un peso di 60 tonnellate. Stranamente, intorno al luogo del ritrovamento, non è stato riscontrato alcun cratere, probabilmente dovuto al fatto che questa al tempo era un'area lacustre. 

4°g.- Mercoledì 3 ottobre – PARCO ETOSHA da EST a SUD (KM 200)
+

Trattamento di pensione completa. Entusiasmante giornata all'interno del Parco Etosha. per iniziare ad apprezzare l'incredibile paesaggio e soprattutto iniziare ad ammirare i grandi mammiferi africani. Il trasferimento dal settore orientale a quello meridionale sarà un emozionante safari alla ricerca dei tanti animali presenti in questa area e in vista degli incredibili scenari che fanno da contorno; tutto ciò rende il Parco Etosha uno dei più belli del continente africano. Arrivo al campo tendato per il tramonto. 

Etosha National Park.  L’Etosha National Park è il primo parco fondato in Namibia nel 1907 e sicuramente uno dei migliori luoghi al mondo per osservare gli animali. Il suo nome significa “grande luogo bianco asciutto”, anche conosciuto come “la terra delle acque asciutte” e deriva dalla vasta depressione salina dalle sfumature bianche e verdastre chiamata Etosha Pan. Ma sono le foreste e le praterie circostanti a costituire un habitat tanto favorevole alla fauna del parco. L’Etosha National Park occupa una superficie di oltre 20 000 kmq, dove vivono  114 specie di mammiferi, 340 di uccelli, 16 di rettili e anfibi e un’innumerevole varietà d’insetti.

5 g.- Giovedì 4 ottobre – verso DAMARALAND
+

Trattamento di pensione completa. Un'altra interessante giornata dedicata ai panorami del Parco Ethosa. Partenza verso la Regione del Damaraland. Lungo il tragitto, tempo permettendo, visita di una interessante foresta pietrificata. Arrivo nel pomeriggio al centro della zona degli elefanti (il famoso KhowaribLodge). Sistemazione in lodge nella zona.

 

6 g. – Venerdì 5 ottobre – il VILLAGGIO HIMBA e gli ELEFANTI DEL DESERTO
+

Trattamento di pensione completa. Al mattino visita ad un villaggio Himba, senza dubbio una delle etnie più belle del continente africano. Nel pomeriggio escursione/safari per incontrare gli isolati elefanti del deserto. Il fotosafari è davvero piacevole ed emozionante e si svolge praticamente lungo i letti dei fiumi, privi di acqua, dove sarà possibile avvistare questi pachidermi, che si sono adattati a condizioni veramente estreme. In particolare si potrà godere dei panorami unici di una delle zone più belle ed affascinanti della Namibia. Ritorno al Lodge nel pomeriggio.

7° g. – Sabato 6 ottobre – TWYFELFONTEIN (KM 250)
+

Dopo la colazione partenza per il famoso sito Patrimonio dell’Unesco di Twyfelfontein. Pranzo. Pomeriggio dedicato alla visita delle famose incisioni rupestri di Twyfelfontein, alla Montagna Bruciata e alle famose canne d’organo (fenomeno rarissimo di vulcanismo che ha generato questo miracolo.). Arrivo al Lodge nel pomeriggio inoltrato, cena e pernottamento. 

Damaraland.    Nel Namib settentrionale, le sporadiche sorgenti e i fiumi effimeri creano strisce verdi e umide in cui vivono animali selvatici, uomini e bestiame. Procedendo verso l’interno il terreno s’innalza gradualmente generando prima alcune selvagge montagne desertiche, poi gli altopiani: questa è la zona denominata Damaraland il cui nome deriva dell’etnia dei Damara. I suoi grandi spazi sono una delle ultime aree faunistiche non ufficiali dell’Africa, dove si possono ancora vedere gli animali vagare liberamente al di fuori dei parchi e delle riserve protette.

Twyfelfontei    E’ conosciuta per l’abbondanza di graffiti e pitture rupestri situate in una valle di arenaria rossa, risalenti a circa 6000 anni fa. La maggior parte rappresenta animali e le loro orme, con rare rappresentazioni di uomini. Le pitture e le incisioni rupestri hanno un’origine incerta: si può dedurre che gli artisti fossero nomadi che vivevano di caccia e di raccolta.

8° g. Domenica 7 ottobre – in viaggio verso SWAKOPMUND: SKELETON e CAPE CROSS (KM480)
+

Partenza per il parco della Skeleton Coast, letteralmente “costa degli scheletri” nota per essere particolarmente inospitale e difficile da raggiungere dal mare a causa delle forti onde e perchè il deserto di sabbia si estende all’interno per decine di chilometri. Lungo il percorso si possono incontrare vecchie stazioni di pompaggio del petrolio o zona di estrazione dei diamanti, ormai abbandonate. Sosta al relitto di una delle navi naufragate sulla costa. Pranzo lungo il percorso. Visita alla colonia di foche di Cape Cross ed al sito dove Diego Cao sbarcò nel 1486. Proseguimento per Swakopmund e visita orientativa della città.  Pernottamento in hotel. La cena sarà libera (Swakopmund è rinomata per l’offerta di ristoranti).

 

Swakopmund.  Ha un carattere particolare probabilmente dovuto alla sua storia coloniale e al fatto che non ha ospitato industrie di rilievo. Alte palme bordano le strade e i giardini ben tenuti contribuiscono a creare un’atmosfera da oasi. Le caffetterie all’aperto, i bar e le pasticcerie fanno furore in una cittadina costellata d’interessanti edifici di un’altra epoca.

 

9°g. – Lunedì 8 ottobre – WALVIS BAY (150 KM)
+

Partenza in barca solcando le acque della baia di Walvis Bay per ammirare otarie, delfini, pellicani ma anche fenicotteri. Pranzo leggero a bordo. Nel pomeriggio visita della Laguna e della zona delle saline. Ritorno a Swakopmund e tempo a disposizione. Cena libera. Pernottamento.

 

Walvis Bay   è situata a circa 30 km a sud di Swakopmund. Lo splendido porto naturale è protetto da una lingua di terra chiamata Pelican Point. Ancora più a sud si trova Sandwich Harbour la laguna ai piedi di maestose dune color avorio ed è una spettacolare destinazione, specialmente per gli appassionati di fotografia. Molto conosciuta dai pescatori, dagli ornitologi e dagli amanti della natura, la laguna un tempo era una baia aperta, che con il passare degli anni è stata chiusa dalla sabbia.

 

10° g. – Martedì 9 ottobre – il DESERTO DEL NAMIB (KM 350)
+

Trattamento di pensione completa. Oggi finalmente ci si dirige verso l’antico deserto del Namib con le sue magnifiche dune rosse. Attraversando parte del settore settentrionale del Namib Naukluft Park e il Tropico del Capricorno, la giornata sarà caratterizzata da panorami di grande suggestione. Nel pomeriggio, tempo permettendo, si effettua un primo "Nature Drive" per iniziare a godere a pieno di questo scenario da cartolina. La caratteristica fondamentale di questa zona è data dai diversi livelli di superficie terrestre che si differenziano tra loro, a causa di un fenomeno che risale a circa 450 milioni d’anni fa, con la superficie un po’ nerastra che fa pensare al terreno lunare (Valle della Luna-Moon Landscape). Sistemazione in campo tendato.

11° g. – Mercoledì 10 ottobre – SASSUSVLEI e SESRIEM CANYON (100/130 KM)
+

Trattamento di pensione completa. Partenza di buon mattino per godere della migliore luce durante l’escursione alle rinomate dune di Sossusvlei.  Arrivo nel cuore di questo antico deserto. Tempo a disposizione per una passeggiata sino all’emozionante Deadvlei. Sulla via del ritorno sosta al canyon di Sesriem dall’interessante conformazione geologica. Rientro al campo. Resto del pomeriggio a disposizione per relax o per attività a carattere facoltativo

Sossusvlei. Questa valle, dove il fiume Tsauchab scompare tra l’argilla bianca alla base di alcune tra le dune più alte del mondo, è una delle attrazioni turistiche più spettacolari della Namibia.  Le dune si stendono a perdita d’occhio e le loro ricche colorazioni variano dall’albicocca al rosso e all’arancio vivo. Uno dei punti più belli nella zona è Deadvlei, così nominata a causa degli scheletrici tronchi di antiche acacie che si trovano al centro della secca area pianeggiante.

 


12° g. – Giovedì 11 ottobre - il DESERTO DEL KALAHARI (300 KM)
+

Trattamento di pensione completa. Un gradevole trasferimento tra bei passi montani ed ampie vallate ci conduce verso la regione del deserto del Kalahari. Sistemazione in uno dei Lodge della regione. Nel pomeriggio si effettua un safari per ammirare questo bellissimo e fragile eco-sistema.

 

Kalahari.   Il deserto del Kalahari è una vasta distesa di sabbia rossa che si estende per circa 520.000 km², è situato sull’immenso altopiano che copre l’Africa australe e si trova ad una altezza media di 900 metri. Copre il 70% del territorio del Botswana e parti dello Zimbabwe, della Namibia e del Sudafrica ed è il quarto deserto al mondo per estensione. Kalahari  significa "la grande sete”.

 

13° g.- Venerdì 12 ottobre – in viaggio verso WINDHOEK (310 KM)
+

Prima colazione. Al mattino ultimo fotosafari all’alba e in giornata trasferimento a Windhoek. Pranzo in corso di trasferimento. Arrivo a Windhoek. Sistemazione in hotel. Tempo a disposizione per le ultimi acquisti. Cena libera. Pernottamento.

 

14°/15° g.- Sabato 13 / Domenica 14 ottobre – il viaggio di ritorno in Italia
+

Prima colazione e in tempo utile trasferimento in aeroporto per le operazioni d’imbarco. Alle ore 14 partenza con volo di linea della Qatar Airways con arrivo a Doha al. Tempo di attesa e proseguimento in volo per Milano dove l’arrivo è previsto alle ore 0650 del 14 ottobre. Proseguimento in pullman per Bologna.

APRI
CHIUDI
Condividi questa idea di viaggio con chi vuoi
CONDIVIDI CON
PROGRAMMA VIAGGIO
1° g. – Domenica 30 settembre – in viaggio verso la Namibia: BOLOGNA/VENEZIA/DOHA
+

Ritrovo dei Partecipanti a Bologna, autostazione Pensilina 25, alle ore 13.30. Sistemazione in pullman e trasferimento all’aeroporto di Venezia. All’arrivo operazioni d’imbarco e partenza con la compagnia Qatar Airways per Doha. Proseguimento per Windhoek. Pernottamento a bordo.

 

2° g. - Lunedì 1° ottobre – l’arrivo e WINDHOEK e il viaggio verso OMARURU ( KM 190)
+

Arrivo a Windhoek  previsto alle ore 9.50 e disbrigo delle formalità d'ingresso. Partenza, in fuoristrada 4x4, per la regione centrale della Namibia. Pranzo lungo il percorso. Nel pomeriggio inoltrato arrivo a destinazione e sistemazione nel lodge. Cena. Condizioni atmosferiche permettendo possibilità di effettuare uno "Star Gazing" per apprezzare la volta stellata dei cieli australi che grazie al basso inquinamento luminoso regalano sempre uno spettacolo affascinante. Pernottamento.

3° g. – Martedì 2 ottobre - il METEORITE DI HOBA e verso ETOSHA (KM 550)
+

Partenza alla volta del rinomato Parco Etosha, nel suo settore orientale. Giornata itinerante in cui si avrà modo di avere il primo contatto con i vasti spazi namibiani. Lungo il percorso deviazione per ammirare il grande meteorite di Hoba. Pranzo in corso d'escursione. Cena e pernottamento al lodge.

 

Metorite di Hoba.  In Namibia si trovano molteplici testimonianze di meteoriti precipitati sulla terra.  Nella fattoria di Hoba è possibile ammirare il più grande corpo celeste caduto sul nostro pianeta. Si stima che l'impatto avvenne circa 80.000 anni fa e le sue dimensioni corrispondono a 2.95 metri x 2.84 metri con un peso di 60 tonnellate. Stranamente, intorno al luogo del ritrovamento, non è stato riscontrato alcun cratere, probabilmente dovuto al fatto che questa al tempo era un'area lacustre. 

4°g.- Mercoledì 3 ottobre – PARCO ETOSHA da EST a SUD (KM 200)
+

Trattamento di pensione completa. Entusiasmante giornata all'interno del Parco Etosha. per iniziare ad apprezzare l'incredibile paesaggio e soprattutto iniziare ad ammirare i grandi mammiferi africani. Il trasferimento dal settore orientale a quello meridionale sarà un emozionante safari alla ricerca dei tanti animali presenti in questa area e in vista degli incredibili scenari che fanno da contorno; tutto ciò rende il Parco Etosha uno dei più belli del continente africano. Arrivo al campo tendato per il tramonto. 

Etosha National Park.  L’Etosha National Park è il primo parco fondato in Namibia nel 1907 e sicuramente uno dei migliori luoghi al mondo per osservare gli animali. Il suo nome significa “grande luogo bianco asciutto”, anche conosciuto come “la terra delle acque asciutte” e deriva dalla vasta depressione salina dalle sfumature bianche e verdastre chiamata Etosha Pan. Ma sono le foreste e le praterie circostanti a costituire un habitat tanto favorevole alla fauna del parco. L’Etosha National Park occupa una superficie di oltre 20 000 kmq, dove vivono  114 specie di mammiferi, 340 di uccelli, 16 di rettili e anfibi e un’innumerevole varietà d’insetti.

5 g.- Giovedì 4 ottobre – verso DAMARALAND
+

Trattamento di pensione completa. Un'altra interessante giornata dedicata ai panorami del Parco Ethosa. Partenza verso la Regione del Damaraland. Lungo il tragitto, tempo permettendo, visita di una interessante foresta pietrificata. Arrivo nel pomeriggio al centro della zona degli elefanti (il famoso KhowaribLodge). Sistemazione in lodge nella zona.

 

6 g. – Venerdì 5 ottobre – il VILLAGGIO HIMBA e gli ELEFANTI DEL DESERTO
+

Trattamento di pensione completa. Al mattino visita ad un villaggio Himba, senza dubbio una delle etnie più belle del continente africano. Nel pomeriggio escursione/safari per incontrare gli isolati elefanti del deserto. Il fotosafari è davvero piacevole ed emozionante e si svolge praticamente lungo i letti dei fiumi, privi di acqua, dove sarà possibile avvistare questi pachidermi, che si sono adattati a condizioni veramente estreme. In particolare si potrà godere dei panorami unici di una delle zone più belle ed affascinanti della Namibia. Ritorno al Lodge nel pomeriggio.

7° g. – Sabato 6 ottobre – TWYFELFONTEIN (KM 250)
+

Dopo la colazione partenza per il famoso sito Patrimonio dell’Unesco di Twyfelfontein. Pranzo. Pomeriggio dedicato alla visita delle famose incisioni rupestri di Twyfelfontein, alla Montagna Bruciata e alle famose canne d’organo (fenomeno rarissimo di vulcanismo che ha generato questo miracolo.). Arrivo al Lodge nel pomeriggio inoltrato, cena e pernottamento. 

Damaraland.    Nel Namib settentrionale, le sporadiche sorgenti e i fiumi effimeri creano strisce verdi e umide in cui vivono animali selvatici, uomini e bestiame. Procedendo verso l’interno il terreno s’innalza gradualmente generando prima alcune selvagge montagne desertiche, poi gli altopiani: questa è la zona denominata Damaraland il cui nome deriva dell’etnia dei Damara. I suoi grandi spazi sono una delle ultime aree faunistiche non ufficiali dell’Africa, dove si possono ancora vedere gli animali vagare liberamente al di fuori dei parchi e delle riserve protette.

Twyfelfontei    E’ conosciuta per l’abbondanza di graffiti e pitture rupestri situate in una valle di arenaria rossa, risalenti a circa 6000 anni fa. La maggior parte rappresenta animali e le loro orme, con rare rappresentazioni di uomini. Le pitture e le incisioni rupestri hanno un’origine incerta: si può dedurre che gli artisti fossero nomadi che vivevano di caccia e di raccolta.

8° g. Domenica 7 ottobre – in viaggio verso SWAKOPMUND: SKELETON e CAPE CROSS (KM480)
+

Partenza per il parco della Skeleton Coast, letteralmente “costa degli scheletri” nota per essere particolarmente inospitale e difficile da raggiungere dal mare a causa delle forti onde e perchè il deserto di sabbia si estende all’interno per decine di chilometri. Lungo il percorso si possono incontrare vecchie stazioni di pompaggio del petrolio o zona di estrazione dei diamanti, ormai abbandonate. Sosta al relitto di una delle navi naufragate sulla costa. Pranzo lungo il percorso. Visita alla colonia di foche di Cape Cross ed al sito dove Diego Cao sbarcò nel 1486. Proseguimento per Swakopmund e visita orientativa della città.  Pernottamento in hotel. La cena sarà libera (Swakopmund è rinomata per l’offerta di ristoranti).

 

Swakopmund.  Ha un carattere particolare probabilmente dovuto alla sua storia coloniale e al fatto che non ha ospitato industrie di rilievo. Alte palme bordano le strade e i giardini ben tenuti contribuiscono a creare un’atmosfera da oasi. Le caffetterie all’aperto, i bar e le pasticcerie fanno furore in una cittadina costellata d’interessanti edifici di un’altra epoca.

 

9°g. – Lunedì 8 ottobre – WALVIS BAY (150 KM)
+

Partenza in barca solcando le acque della baia di Walvis Bay per ammirare otarie, delfini, pellicani ma anche fenicotteri. Pranzo leggero a bordo. Nel pomeriggio visita della Laguna e della zona delle saline. Ritorno a Swakopmund e tempo a disposizione. Cena libera. Pernottamento.

 

Walvis Bay   è situata a circa 30 km a sud di Swakopmund. Lo splendido porto naturale è protetto da una lingua di terra chiamata Pelican Point. Ancora più a sud si trova Sandwich Harbour la laguna ai piedi di maestose dune color avorio ed è una spettacolare destinazione, specialmente per gli appassionati di fotografia. Molto conosciuta dai pescatori, dagli ornitologi e dagli amanti della natura, la laguna un tempo era una baia aperta, che con il passare degli anni è stata chiusa dalla sabbia.

 

10° g. – Martedì 9 ottobre – il DESERTO DEL NAMIB (KM 350)
+

Trattamento di pensione completa. Oggi finalmente ci si dirige verso l’antico deserto del Namib con le sue magnifiche dune rosse. Attraversando parte del settore settentrionale del Namib Naukluft Park e il Tropico del Capricorno, la giornata sarà caratterizzata da panorami di grande suggestione. Nel pomeriggio, tempo permettendo, si effettua un primo "Nature Drive" per iniziare a godere a pieno di questo scenario da cartolina. La caratteristica fondamentale di questa zona è data dai diversi livelli di superficie terrestre che si differenziano tra loro, a causa di un fenomeno che risale a circa 450 milioni d’anni fa, con la superficie un po’ nerastra che fa pensare al terreno lunare (Valle della Luna-Moon Landscape). Sistemazione in campo tendato.

11° g. – Mercoledì 10 ottobre – SASSUSVLEI e SESRIEM CANYON (100/130 KM)
+

Trattamento di pensione completa. Partenza di buon mattino per godere della migliore luce durante l’escursione alle rinomate dune di Sossusvlei.  Arrivo nel cuore di questo antico deserto. Tempo a disposizione per una passeggiata sino all’emozionante Deadvlei. Sulla via del ritorno sosta al canyon di Sesriem dall’interessante conformazione geologica. Rientro al campo. Resto del pomeriggio a disposizione per relax o per attività a carattere facoltativo

Sossusvlei. Questa valle, dove il fiume Tsauchab scompare tra l’argilla bianca alla base di alcune tra le dune più alte del mondo, è una delle attrazioni turistiche più spettacolari della Namibia.  Le dune si stendono a perdita d’occhio e le loro ricche colorazioni variano dall’albicocca al rosso e all’arancio vivo. Uno dei punti più belli nella zona è Deadvlei, così nominata a causa degli scheletrici tronchi di antiche acacie che si trovano al centro della secca area pianeggiante.

 


12° g. – Giovedì 11 ottobre - il DESERTO DEL KALAHARI (300 KM)
+

Trattamento di pensione completa. Un gradevole trasferimento tra bei passi montani ed ampie vallate ci conduce verso la regione del deserto del Kalahari. Sistemazione in uno dei Lodge della regione. Nel pomeriggio si effettua un safari per ammirare questo bellissimo e fragile eco-sistema.

 

Kalahari.   Il deserto del Kalahari è una vasta distesa di sabbia rossa che si estende per circa 520.000 km², è situato sull’immenso altopiano che copre l’Africa australe e si trova ad una altezza media di 900 metri. Copre il 70% del territorio del Botswana e parti dello Zimbabwe, della Namibia e del Sudafrica ed è il quarto deserto al mondo per estensione. Kalahari  significa "la grande sete”.

 

13° g.- Venerdì 12 ottobre – in viaggio verso WINDHOEK (310 KM)
+

Prima colazione. Al mattino ultimo fotosafari all’alba e in giornata trasferimento a Windhoek. Pranzo in corso di trasferimento. Arrivo a Windhoek. Sistemazione in hotel. Tempo a disposizione per le ultimi acquisti. Cena libera. Pernottamento.

 

14°/15° g.- Sabato 13 / Domenica 14 ottobre – il viaggio di ritorno in Italia
+

Prima colazione e in tempo utile trasferimento in aeroporto per le operazioni d’imbarco. Alle ore 14 partenza con volo di linea della Qatar Airways con arrivo a Doha al. Tempo di attesa e proseguimento in volo per Milano dove l’arrivo è previsto alle ore 0650 del 14 ottobre. Proseguimento in pullman per Bologna.

VEDI DETTAGLIO COMPLETO
CHIUDI DETTAGLIO GIORNI
STAMPA
SCARICA PDF
RICHIEDI INFORMAZIONI
Compila il modulo. Verrai ricontattato da un nostro operatore.

Nome

Cognome

Località

Recapito telefonico

Indirizzo email

 Ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali

captcha
Inserire il codice
ALTRE PROPOSTE CHE POTREBBERO INTERESSARTI