Uzbekistan

Come organizzare un Viaggio in Uzbekistan: dettagli e consigli utili. 

COSA VEDERE

L'Uzbekistan è il paese più ricco di storia fra tutte le repubbliche dell'Asia centrale, è la repubblica che offre le maggiori attrattive, ma purtroppo è anche quella che mostra il peggior atteggiamento nei confronti dei visitatori.

+

Qui la natura si fonde con la storia e le tradizioni sono presenti negli aspetti più quotidiani: tanto nelle piccole botteghe dove si lavorano i tappeti e gli arazzi, quanto nei laboratori dove si impara a costruire liuti di legno. Il paese annovera alcune delle città più antiche del mondo, molti dei principali centri sulla Via della Seta e la maggior parte delle bellezze architettoniche di quest'area geografica.

Al pari delle altre Repubbliche nate dopo la fine dell'URSS, la vita e la cultura nell'Uzbekistan odierno sono il risultato di fattori eterogenei: alla matrice sovietica è necessario sommare elementi storici (le origini di un popolo che discende dall'incrocio tra popolazioni nomadi e sedentarie dell'Asia centrale, le conquiste e l'assoggettamento a diversi khānati), religiosi (la diffusione dell'Islam), economico-politici (il recente passato caratterizzato dal difficile passaggio all'indipendenza). A vario titolo e in misura diversa, questi motivi ricorrono nelle tradizioni, nelle espressioni artistiche, nell'organizzazione sociale del Paese. Dal punto di vista letterario questa regione ha espresso importanti figure di scrittori e poeti, sia in epoche passate, al-Bīrūnī (XI sec.), Ali Sir Nevai (XV sec.), sia nel XX secolo, con Abdalrauf Fitrat (1886-1938), autore di dialoghi in prosa e versi. Tra i contemporanei meritano di essere citati Jamal Kemal (n. 1938), definito poeta nazionale, e la poetessa Zebo Mirzaeva (n. 1964), tra le voci più interessanti della poesia uzbeca contemporanea. L'arte e l'architettura dell'Uzbekistan esprimono al meglio le numerose influenze e presenze alternatesi nel corso dei secoli, di cui Samarcanda resta esempio insuperato, forse nell'intera Asia centrale. La città, posta sulla Via della Seta, è infatti tra le quattro bellezze nazionali inserite dall'UNESCO nel patrimonio dell'umanità: oltre a questa, nominata nel 2001, compaiono la città storica di Itchan-kala (1990), la città storica di Bukhara (1993) e il centro storico di Shakhrisyabz (2000).

QUANDO ANDARE

Il clima dell’Uzbekistan è continentale caratterizzato da un'estate lunga, da maggio a settembre, molto calda e secca, con temperature elevate; d’inverno alcune zone sono toccate da un freddo molto rigido. L’escursione termica è notevole tutto l’anno.

MAPPA CLIMATICA
GENNAIO
FEBBRAIO
MARZO
APRILE
MAGGIO
GIUGNO
LUGLIO
AGOSTO
SETTEMBRE
OTTOBRE
NOVEMBRE
DICEMBRE
LE NOSTRE PROPOSTE DI VIAGGIO IN QUESTO PAESE
 
INFO UTILI
DOCUMENTI
+

Per viaggi di gruppo: è obbligatorio essere in possesso di passaporto individuale con almeno 6 mesi di validità residua dalla data del rientro + visto consolare collettivo che sarà in possesso della vostra guida/accompagnatore. 

 

Per i minori rivolgersi presso gli enti preposti per rilascio e validità dei documenti per l’espatrio.

Minori: Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, di carta d’identità valida per l’espatrio o di altro documento equipollente. Consigliamo in ogni caso di verificare la validità dei documenti per l’espatrio dei minori presso gli enti preposti a tale scopo (Questura). 

NOTA BENE: OGNI PARTECIPANTE E’ RESPONSABILE DELLA VALIDITA’ DEL PROPRIO DOCUMENTO. 

VALUTA, ACQUISTI E MANCE
+

La moneta locale è il SUM (o SOM). In base ad una direttiva del governo tutti i pagamenti dovrebbero essere effettuati in valuta locale. Vi consigliamo di partire con banconote in piccolo taglio (5-10-20-50 euro) da cambiare di volta in volta in valuta locale, secondo le esigenze personali. Se si portano dollari osservare sulla banconota la data di emissione: non deve essere antecedente di 10 anni (se la banconota risulta essere emessa prima del 2012 bisogna cambiarla in banca perché non sarà accettata nel paese). L’euro è comunque accettato dalla maggior parte degli esercizi commerciali.

È pratica comune e molto apprezzata lasciare la mancia alla guida e agli autisti che vi accompagnano durante il tour e allo staff di alberghi e ristoranti (facchini e camerieri); non è un diritto, ma diventa una voce quasi obbligatoria per la buona riuscita del viaggio.


CONSIGLI
+

Il Paese è principalmente di religione islamica. Come nella maggior parte dei paese dell'Asia centrale, l'ospitalità e l'accoglienza sono innate negli abitanti. E’ permesso portare macchine fotografiche e videocamere. Non ci sono interdizioni salvo in aree militari, ma c’è un biglietto da pagare se si fotografa all’interno di siti e/o luoghi, una cifra ragionevole che pagata all’inizio consente di fotografare senza limitazioni. Nel caso in cui si ami usare le macchine fotografiche con pellicola, si consiglia di fare una buona scorta di rullini prima della partenza.


LINGUA
+

L'Uzbekistan, ufficialmente Repubblica dell'Uzbekistan, è uno stato dell'Asia centrale, già parte dell'Unione Sovietica.   Confina a nord e ad ovest con il Kazakistan, a est con il Kirghizistan ed il Tagikistan, a sud con l'Afghanistan ed il Turkmenistan; non ha sbocchi al mare. La lingua ufficiale è l'uzbeco.

CLIMA E ABBIGLIAMENTO
+

Consigliamo un abbigliamento pratico e leggero, senza però dimenticare una felpa e qualcosa di più pesante per la sera; scarpe comode; calzini per le visite alle moschee e un foulard per le donne. Un giacca impermeabile per eventuali piogge; la pioggia è comunque leggera e causata perlopiù da improvvisi e veloci acquazzoni.  

FUSO ORARIO
+

Il fuso orario in Uzbekistan è di +3 ore rispetto a quello italiano.

VACCINAZIONI E MEDICINALI
+

Attualmente non è richiesta alcuna vaccinazione per l’ingresso nel Paese. Per un’informazione completa, fate riferimento al Servizio di Igiene e Sanità Pubblica della Vostra USL.

Consigliabile portarsi i medicinali che si è soliti usare con frequenza; munirsi inoltre di compresse antinfluenzali, di antibiotici e di un disinfettante intestinale per evitare disturbi causati dal caldo e dagli sbalzi di temperatura. Si raccomanda di bere solo bevande da contenitori sigillati e non ghiacciate (o con ghiaccio) e di evitare l’aria condizionata diretta. Non consumare verdure crude!


MAPPA