Giordania

Come organizzare al meglio un Viaggio in Giordania.

+

Documenti richiesti, consigli e informazioni utili per i viaggiatori prima della partenza.

COSA VEDERE

Geograficamente situata tra il Mediterraneo e il deserto Arabico, la Giordania ha da sempre rappresentato il corridoio naturale per gli spostamenti dall'Africa orientale all'Asia ed Europa; terra dai forti contrasti dove i sentieri del sacro restituiscono a turisti, pellegrini, fedeli e viaggiatori panorami e suggestioni molto forti basti pensare al Mar Morto, la depressione più profonda del pianeta o al Wadi Rum, il vasto, deserto della Giordania,

+

o anche all'impressionante riserva naturale di Dana che si estende per 300 km dalla cima della faglia della Valle del Giordano fino alle distese del deserto di Wadi Araba.

In questa terra ricca di tradizione, cultura, bellezze naturali e artistiche sono solo alcuni degli elementi che arricchiscono di sensazioni positive chi visita questo paese ricco di emozioni inaspettate. Un paese dai mille volti in cui convivono diecimila mila anni di storia, tra moschee, siti archeologici straordinari come Petra che, senza ombra di dubbio è il tesoro più prezioso della Giordania e la sua maggiore attrattiva turistica oggi dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco

MAPPA CLIMATICA
GENNAIO
FEBBRAIO
MARZO
APRILE
MAGGIO
GIUGNO
LUGLIO
AGOSTO
SETTEMBRE
OTTOBRE
NOVEMBRE
DICEMBRE
LE NOSTRE PROPOSTE DI VIAGGIO IN QUESTO PAESE
 
INFO UTILI
DOCUMENTI
+

E' richiesto il passaporto con validità residua di almeno 6 mesi dalla data del rientro dal viaggio. Il visto di ingresso turistico può essere ottenuto semplicemente acquistandolo presso gli appositi sportelli dell'aeroporto giordano d'arrivo. Sarà sufficiente comunicare i dati personali e del passaporto al momento della prenotazione all’agenzia organizzatrice del viaggio. Per i viaggi di gruppo occorre consegnare in agenzia fotocopia del passaporto al momento della prenotazione ai fini dell’ottenimento del visto d’ingresso.

Minori: Dal 26 giugno 2012 tutti i minori italiani che viaggiano dovranno essere muniti di documento di viaggio individuale. Pertanto, a partire dalla predetta data i minori, anche se iscritti sui passaporti dei genitori in data antecedente al 25 novembre 2009, dovranno essere in possesso di passaporto individuale oppure, qualora gli Stati attraversati ne riconoscano la validità, di carta d’identità valida per l’espatrio o di altro documento equipollente. Consigliamo in ogni caso di verificare la validità dei documenti per l’espatrio dei minori presso gli enti preposti a tale scopo (Questura).

NOTA BENE:
OGNI PARTECIPANTE E’ RESPONSABILE DELLA VALIDITA’ DEL PROPRIO DOCUMENTO.

LINGUA
+

L'arabo. E' diffusa, nelle zone turistiche, la conoscenza della lingua inglese.

TELEFONO
+

Per chiamare l'Italia: 0039 seguito dal prefisso della città con lo 0 e dal numero. Le chiamate internazionali dagli alberghi costano notevolmente di più rispetto a quelle effettuate da un telefono a scheda. Il codice internazionale per la Giordania è 00962 seguito dal prefisso della località prescelta senza lo zero e dal numero desiderato.

VALUTA, MANCE E ACQUISTI
+

Al cambio attuale (Febbraio 2013) 1 dinaro corrisponde a 0,95 Euro. L'euro è accettato in tutte le banche senza problemi e, talvolta, anche dai negozi per i pagamenti. Le banche sono aperte dalla domenica al giovedì con orario 8. 30- 12. 30 e 16-18, inverno 15. 30-17. 30; gli uffici di cambio privati hanno orari di apertura più lunghi. La carta di credito più diffusa è la Visa, ma anche con le altre carte come Mastercard, Cirrus, Plus e American Express è possibile eseguire pagamenti in negozi e alberghi.

Sono gradite e consigliate per guide e autisti e per tutti coloro che prestano i loro servizi durante il soggiorno.

E’ possibile acquistare oggetti in legno di noce, pipe ad acqua (narghilè), bottigliette di sabbia colorata di Petra.

FUSO ORARIO
+

Lancette avanti di un'ora tutto l'anno poiché anche la Giordania adotta l'ora legale nello stesso periodo dell'Italia.

VACCINAZIONI E MEDICINALI
+

Non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria. E' bene portarsi una piccola ed essenziale dotazione di medicinali utili e quelli per uso personale. Vanno evitati cibi crudi e locali non affidabili sotto il profilo igienico, non bere acqua corrente ma acqua e bibite in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio. Le strutture sanitarie e la reperibilità di medicinali risultano nel complesso soddisfacenti.

CLIMA E ABBIGLIAMENTO
+

Calde e secche le estati con temperature fino ai 49° gradi nella Valle del Giordano, più miti ad Amman e Petra. Le precipitazioni sono trascurabili, gli inverni sono brevi ma freddi e in qualche caso si registrano nevicate anche a Petra. I due periodi migliori per visitare la Giordania sono l'autunno (da settembre a novembre) e la primavera (tra marzo e maggio). In questo periodo le temperature sono gradevoli ed i venti non troppo freddi, ma alcune zone del Paese sono piacevoli da visitare anche in altri periodi dell'anno. Si consiglia abbigliamento comodo e informale. Per le visite in città, specie per i luoghi di culto, un abbigliamento appropriato è indispensabile (calzini, abiti con maniche e pantaloni lunghi). Durante la stagione invernale una giacca a vento per ripararsi dal vento e dalla pioggia è utilissima specialmente nella parte nord del Paese dove il clima è più freddo. Nei rimanenti periodi dell’anno da non dimenticare un paio di pantaloni leggeri, pantaloni corti, qualche maglietta e camicia, scarpe robuste per le camminate, sandali e ciabatte di gomma.

ELETTRICITA’
+

In Giordania il voltaggio è di 220 volt, le prese di corrente sono di tipo europeo a doppio ingresso, ma in alcune zone meridionali, come ad esempio ad Aqaba, si trovano spesso quelle a tre spinotti di tipo inglese. Consigliabile quindi munirsi di un adattatore prima della partenza.

CUCINA
+

Molti gli antipasti, tra i quali l'humus, una sorta di paté di ceci chiamato humus, o la tahina. Ci sono poi sfogliate calde ripiene di formaggio, i borek, ed i kibbeh polpettine d'agnello con pinoli e grano saraceno, e anora, tra gli altri piatti, lo shinklish formaggio di capra servito con timo, pomodoro, paprika olio d'oliva. Da provare anche le ottime melanzane o zucchine ripiene di carne e, tra le insalate, il fattoush composto di prezzemolo, insalata e cipolle dolci. L'agnello costituisce l'alimento principale della cucina con i tradizionali kebab, spiedini alla brace accompagnati da verdure. I dolci sono una passione giordana, specie se con miele e sciroppo.

MAPPA